Guida all’uso

GLI PSITTACIDI

Gli psittacidi sono una numerosa famiglia di uccelli dell’ordine Psittaciforme diffusi soprattutto nelle zone tropicali e sub-tropicali del mondo come l’America Latina, l’Asia Sudorientale, l’India, L’Africa e l’Oceania.
In natura vivono in cavità degli alberi, delle rocce o negli arbusti, deponendo le uova su superfici piuttosto rigide e spoglie.
In cattività, i nidi più comuni e più idonei alla riproduzione degli psittacidi sono quelli in legno a cassetta verticali o orizzontali.
L’imbottitura del nido non sempre è necessaria. Tuttavia è consigliabile per alcune specie come Agapornis e Calopsiti incentivare la deposizione delle uova costruendo parzialmente il nido: è sufficiente mettere uno strato di Tutolo di mais o di truciolo di legno sul fondo del nido e aggiungere un pugno di fibre per psittacidi. Un dispenser porta-fibra può essere inoltre aggiunto all’interno della gabbia per permettere agli uccelli di rifinire il nido a proprio piacimento.

PREPARARSI ALLA COVA

In natura, gli uccelli costruiscono il proprio nido usando quello che trovano a disposizione, come ramoscelli, fili d’erba, ciuffetti di pelo di animali selvatici e altri materiali: tutto ciò che serve a rendere il nido caldo e confortevole all’arrivo dei pulli.
Per gli uccelli allevati in cattività, questo non è possibile. Proprio per questo è importante mettere loro a disposizione tutto l’occorrente per costruire il proprio nido e incentivarli alla cova. Per fare ciò, consigliamo di usare dei dispenser porta-fibra da appendere all’interno della gabbia. Tra i modelli che abbiamo a disposizione, troverete senza dubbio quello che più fa al caso vostro.
Nel corso di oltre 35 anni di esperienza abbiamo studiato, testato e messo a punto oltre 30 composizioni di fibre e prodotti per il nido per tutte le razze di uccelli allevati in cattività. Sfogliando il nostro sito vi sarà possibile trovare, per ciascun prodotto, per quale razza è indicato.

GUIDA ALL’USO DEI NOSTRI PRODOTTI ANTIACARO CON FORMULA ATTIVA

La presenza di acari è senza dubbio uno dei problemi più comuni e fastidiosi che un allevatore di uccelli ornamentali si trova prima o poi a dover affrontare.
Proprio per questo Sisal Fibre ha studiato una linea di prodotti appositamente pensati per aiutare l’allevatore a prevenire e a combattere questo parassita. Abbiamo scelto una selezione di fibre e le abbiamo arricchite con una formula attiva 100% naturale che funge da repellente contro gli acari.
Quando la prevenzione non è più possibile, occorre trattare la gabbia e l’allevamento con prodotti specifici. Anche in questo caso proponiamo un prodotto 100% naturale a base di terra di diatomee: DIATOSAN. Questo prodotto, idoneo non solo per gli uccelli ma anche per cani, gatti e altri piccoli animali, è disponibile in pratico flacone con spargitalco e si può applicare nel nido, sul fondo della gabbia e direttamente sulle penne degli uccelli, facendo attenzione di evitare il contatto con le congiuntive oculari e nasali.
Nota bene: per un risultato efficace prima dell’uso è molto importante pulire e disinfestare a fondo gabbia e allevamento. Successivamente, l’uso nel nido delle fibre con formula attiva, del Diatosan o l’azione combinata dei due, aiuteranno a tenere lontani i fastidiosi acari rossi.

COME FARE QUANDO I GENITORI NON ALIMENTANO I LORO PICCOLI

In alcuni casi i genitori non alimentano i loro piccoli. Altre volte gli ultimi nati nella stessa nidiata non vengono nutriti, perché i fratelli maggiori non permettono loro di ricevere il cibo dai genitori.
In questi casi, per evitare di perdere dei nuovi nati, occorre intervenire e nutrirli con speciali aghi da imbecco.
Sisal Fibre propone due tipologie di aghi da imbecco di ottima qualità, molto pratici e raccomandabili anche dal punto di vista igienico, che permettono un notevole risparmio di tempo nell’alimentare i piccoli.
La serie di aghi a pressione si può applicare ad una normale siringa in plastica per uso umano.
La serie di aghi a vite va applicata su siringhe tipo ‘Luer’, anch’esse per uso umano e facilmente reperibili in qualsiasi farmacia, ma funzionano ugualmente, seppure senza godere della sicurezza data dall’avvitatura, su siringhe classiche.
Entrambe le serie di aghi sono disponibili con due diverse misure del diametro interno:
• 2 mm per i nidiacei dei canarini di grossa taglia e gli ondulati;
• 1 mm per i nidiacei dei canarini di piccola taglia e degli esotici.
Qualora si debba somministrare con molta precisione l’alimento, è bene utilizzare l’ago di diametro più sottile. L’ago serve inoltre per somministrare medicinali agli uccellini malati, soprattutto quando questi si rifiutano di bere da soli l’acqua a cui è stata aggiunta la medicina.